Sei in: 

APE - TECNICO CERTIFICATORE/SOCIETA'/ENTI DI CERTIFICAZIONE

 

La Regione Toscana non ha emanato norme specifiche per i certificatori energetici, per cui tale figura è individuata dalle norme nazionali:

  • fino al 11/07/2013 vigeva la parte seconda dell'allegato III del decreto legislativo 115/2008;

  • dal 12/07/2013 i requisiti del certificatore energetico sono dettagliati nel DPR 16/04/2013 n. 75.

Non esiste quindi in Toscana un albo dei certificatori energetici.

Tuttavia per poter trasmettere un certificato energetico occorre essere accreditati al sistema regionale (SIERT) registrandosi attraverso il portale telematico.

Possono configurarsi come soggetti certificatori e quindi accedere al sistema i tecnici appartenenti alle seguenti "categorie professionali":

  • Tecnici dipendenti di Ente/Organismo pubblico;

  • Liberi professionisti;

  • Tecnici dipendenti di Organismo/Società .

I requisiti del certificatore energetico sono definiti dall'art. 2 del DPR 75/2013.
Nel dettaglio deve avere tutti i requisiti di cui al primo gruppo o al secondo di seguito elencati.

Primo gruppo di requisiti, il certificatore deve essere:
a) in possesso di uno dei titoli di studio indicati dal DPR all'art. 2 comma 3, lettere da a) ad e);
b) iscritto ai relativi ordini e collegi professionali, ove esistenti;
c) abilitato all'esercizio della professione relativa alla progettazione di edifici e impianti asserviti agli edifici stessi, nell'ambito delle specifiche competenze a esso attribuite dalla legislazione vigente. Il tecnico abilitato opera quindi all'interno delle proprie competenze. Ove il tecnico non sia competente in tutti i campi sopra citati o nel caso che alcuni di essi esulino dal proprio ambito di competenza, egli deve operare in collaborazione con altro tecnico abilitato in modo che il gruppo costituito copra tutti gli ambiti professionali su cui è richiesta la competenza.

Secondo gruppo di requisiti. Alternativamente è necessario che il certificatore sia:
a) in possesso di uno dei titoli di studio indicati dal DPR all'art. 2 comma 4, lettere da a) a d);
b) in possesso di un attestato di superamento di specifico corso di formazione per la certificazione energetica degli edifici autorizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico o dalla Regione.

In relazione all'ultimo punto sopra elencato si specifica che con Delibera n.1171 del 23-12-2013 sono stati dettate le modalità per la realizzazione dei corsi regionali per divenire tecnici abilitati alla certificazione energetica degli edifici.

Il possesso di tali requisiti (primo o secondo gruppo) sarà verificato nelle procedure di accreditamento regionale al SIERT.

Cosa può fare il certificatore sul SIERT.

Non appena il SIERT avrà raggiunto la piena funzionalità ,il certificatore, dopo essersi accreditato ed aver ottenuto l'accesso al portale, può eseguire una serie di operazioni riassumibili essenzialmente in

  • Creare e ricaricare il portafoglio virtuale (o acquisto singolo bollino).

  • Acquistare "bollini" (contributo per il deposito dell'APE)

  • Inserimento (manualmente o importando l'xml redatto secondo il tracciato messo a disposizione), apposizione "bollino" e successiva trasmissione dell'APE (firmato digitalmente) al sistema informatico regionale

  • Acquisizione di APE esistente per aggiornamento/consultazione (nel caso sia stato redatto da altro tecnico, previa autorizzazione del committente);


Ricerca Codici Catasto APE
Manuale d'uso per i Certificatori
Manuale d'uso per i Certificatori - Ridotto
Manuale d'uso per le Società
Accedi ad APE
Informativa trattamento dati
Ultima modifica: 04/08/2017 13:25:54