Sei in: 
Accatastamento generatore biomassa

NEWS

Elenco delle ultime notizie su CIT e APE


Testo:
Categoria:


21/03/2024
Si informa che il giorno giovedì 21 marzo a partire dalle ore 18:00 circa sarà effettuata una MANUTENZIONE URGENTE.

Potrebbero quindi verificarsi disservizi.

Ci scusiamo anticipatamente per il disagio arrecato.


19/02/2024
Si informa che il giorno martedi 20 febbraio a partire dalle ore 08:30 circa sarà fermato il server a causa di MANUTENZIONE URGENTE.

Gli applicativi SIERT- CIT / SIERT- APE non saranno quindi  raggiungibili.

Il riavvio è previsto intorno alle ore 9.00

Ci scusiamo anticipatamente per il disagio arrecato.


18/01/2024
E’ stata promulgata l'Ordinanza presidenziale recante ad oggetto "DCM 03/11/2023 - DCM 05/12/2023 - OCDPC n. 1037 del 05/11/2023 – Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 2 novembre 2023 nel territorio delle province di Firenze, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato, nonché di Massa-Carrara e Lucca. Differimento dei termini per i controlli di efficienza energetica in scadenza al 31/12/2023." pubblicata sul BURT del 19/01/2024.

L'ordinanza consente e ai proprietari e i responsabili degli impianti termici, UBICATI NEI SOLI COMUNI ELENCATI NELL’ALLEGATO A dell’Ordinanza commissariale 98 del 15 novembre 2023, come integrato dall’ Ordinanza 108/2023, con l’indicazione dei Comuni di Reggello, Lastra a Signa, Dicomano e Montaione della Città Metropolitana di Firenze, nonché dall’Ordinanza 128/2023 – Allegato A, con l’indicazione di ulteriori Comuni delle province di Massa Carrara e Lucca, di svolgere i relativi interventi di efficienza energetica relativi al 2023 entro il 30 giugno 2024, fermi gli obblighi di manutenzione dell’impianto.

Da un punto di vista procedurale, è necessario che gli operatori (installatori e manutentori) indichino chiaramente nei rapporti di controllo rilasciati ai propri clienti che l’intervento effettuato nei primi sei mesi del 2024 è riferito all'annualità 2023, esplicitando al contempo e per iscritto i successivi obblighi al cliente/responsabile.

La segnalazione (da riportare anche in occasione della trasmissione del rapporto nel SIERT) dovrà essere inserita nelle Osservazioni, a tal proposito se ne suggerisce questa versione (per i generatori che devono fare controllo di efficienza ogni due anni): "l'intervento odierno si riferisce all'annualità 2023 - il prossimo intervento di efficienza energetica dovrà essere effettuato nell'anno 2025".

Per le manutenzioni invece, il prossimo intervento (come di consueto) dovrà essere indicato nell'apposito spazio in fondo al rapporto di controllo.



08/01/2024
Si informano i tecnici certificatori e i notai che deve essere effettuato il versamento relativo all'onere annuale di ISCRIZIONE che anche per l'anno 2024 è di 5,00 euro.

Tale contributo è dovuto da: 

- i tecnici certificatori registrati al modulo APE del portale SIERT prima dell'invio di un ape;

- i notai registrati al modulo APE del portale SIERT prima dell'accesso al SIERT. 

Si ricorda che è possibile effettuare il pagamento solo ed esclusivamente tramite la piattaforma IRIS, a mezzo bonifico bancario, carta di credito o bollettino postale e che, una volta eseguito il pagamento, è necessario caricare la ricevuta del versamento sull’apposita sezione del modulo APE (dal menù Utility, cliccare su Quota di ISCRIZIONE annuale al servizio); la corretta ricezione del contributo sarà poi approvata da back-office.

Maggiori informazioni sono presenti all'indirizzo: https://siert.regione.toscana.it/schedanews.php?mn=4&stmn=1&nws_id=646

SI RICORDA CHE ONERI DI DEPOSITO E ONERI ANNUALI SONO PAGAMENTI DIVERSI, CHE DEVONO ESSERE PAGATI NEI RISPETTIVI CONTI DEDICATI E CHE DEVONO ESSERE CARICATI IN SEZIONI DIVERSE.

L'onere annuale di iscrizione deve essere caricato nella sezione utility>> quota annuale di iscrizione.


14/11/2023
Regione Toscana insieme a l'Agenzia Regionale Recupero Risorse Spa parteciperà a ETE 2023 – EARTH TECHNOLOGY EXPO che si svolgerà presso la Fortezza da Basso di Firenze dal 15 al 18 novembre 2023.

L’evento è dedicato alla transizione digitale, energetica ed ecologica e alle tecnologie per la gestione ambientale sviluppate in Italia. Un calendario ricco di incontri durante i quali verranno presentate Idee, progetti, tecnologie, per il controllo e la gestione dell'ambiente, per l’adattamento climatico e la difesa del territorio e dei cittadini dai grandi rischi naturali e dagli effetti del clima.

E' possibile consultare il programma delle iniziative sul tema "Riflessioni sulla transizione energetica" organizzate da Regione Toscana che si terranno presso lo stand della Regione Toscana nell'ambito dell'Earth Technology Expo (ETE) dal 15 al 18 novembre 2023 presso la Fortezza da Basso, Padiglione Spadolini, Firenze.

Per prendere visione dell’intero programma EARTH TECHNOLOGY EXPO, di eventuali aggiornamenti sugli interventi curati da Regione Toscana e delle modalità di accesso alla Fortezza da Basso è possibile consultare www.etexpo.it/it/


14/11/2023
Si informa che il giorno martedi 14 novembre a partire dalle ore 08:30 circa sarà fermato il server a causa di MANUTENZIONE URGENTE.

Gli applicativi SIERT- CIT / SIERT- APE non saranno quindi  raggiungibili.

Il riavvio è previsto intorno alle ore 9.00

Ci scusiamo anticipatamente per il disagio arrecato.


02/11/2023
Si informa che il giorno giovedi 2 novembre a partire dalle ore 13:30 sarà fermato il server a causa di MANUTENZIONE URGENTE.

Gli applicativi SIERT- CIT / SIERT- APE non saranno quindi  raggiungibili.

Il riavvio è previsto nel pomeriggio

Ci scusiamo anticipatamente per il disagio arrecato.


31/10/2023
E' stata pubblicata la delibera n.1246 del 23-10-2023 che proroga al 31 luglio 2024 il termine per le procedure di accatastamento/registrazione degli impianti a biomassa, sotto la soglia dei 10 kW, inizialmente previsto dalla Deliberazione n. 222/2023 al 30 settembre 2023. 



02/10/2023
Ai sensi della DGR 222 del marzo 2023, è fatto obbligo di procedere all'accatastamento dei camini e di tutte le altre tipologie di generatori alimentati a biomassa.

Cosa significa accatastamento?
E’ una registrazione, via Internet o tramite l’apposito modulistica, di pochi dati che servono a segnalare la presenza del camino o altro generatore di calore sotto i 10 kW.  

Si tratta SOLO di un censimento utile a Regione Toscana nell’ambito delle politiche adottate per contrastare l’inquinamento atmosferico dovuto alle PM10.

Ha un costo questo accatastamento?
NESSUN COSTO. 

Ci sono sanzioni?
NON vi sono sanzioni immediate. 

A.R.R.R. S.p.A. effettua le ispezioni sugli impianti termici “classici” (per esempio la caldaia a gas) come previsto e come avviene ormai da anni. Nell’ambito di tali controlli, se viene riscontrato il mancato accatastamento del camino o altro generatore sotto i 10 kW, l’ispettore richiederà di procedere alla registrazione entro i 30 giorni successivi.  SOLO in caso di mancato accatastamento oltre tale termine sarà predisposta una sanzione. 

Quindi, nessun problema o scadenza imminente, Se non lo hai ancora fatto, puoi procedere all'accatastamento cliccando sul seguente link:

La procedura è molto semplice, impiega pochi minuti e può essere fatta senza l'ausilio di un tecnico. 
Al link sopra riportato troverai tutte le informazioni utili su come procedere.



26/09/2023
Il 22 settembre 2023 è stata presentata da Enea e CTI (Comitato Termotecnico Italiano) la 4° edizione del Rapporto sulla Certificazione Energetica degli Edifici, che ha preso in esame gli Attestati di Prestazione Energetica registrati nel Siape nazionale, emessi nel 2022.


Il Rapporto rappresenta ormai un importante strumento di orientamento, per i decisori politici, per canalizzare le risorse a supporto del settore edilizio.

Vuole essere anche un monito per i cittadini, per i quali fatica a maturare la consapevolezza del fatto che la riqualificazione energetica non è solo un risparmio in bolletta, ma anche un incremento significativo del comfort abitativo, nonché un tassello per la transizione ecologica e la decarbonizzazione, i cui obiettivi 2030 e 2050 sono sempre più vicini, e rappresentano un gravoso impegno per gli Stati membri dell’UE.

Il rapporto prende in esame circa 1,3 milioni di attestati registrati nel Siape ed emessi nel 2022 in 17 Regioni e 2 Province Autonome. Dal rapporto emerge che le prestazioni energetiche degli immobili certificati sono migliorate in maniera significativa: si parla di una diminuzione del 3,7% di immobili nelle classi energetiche peggiori (G e F), a fronte di un uguale aumento (+3,7%) nelle classi più performati (A da 4 a 1 e B). Tra il 2015 e il 2022 sono stati inoltre registrati ben 17 mila attestati di edifici ad energia quasi zero (NZEB - Nearly Zero-Energy Buildings).

Il Rapporto conferma che l’80% degli attestati emessi sono per passaggio di proprietà e locazione, tuttavia evidenzia anche un incremento del 1,5% degli attestati emessi per riqualificazione energetica e ristrutturazione importante, segnale che pian piano si sta prendendo consapevolezza che la transizione energetica deve concretizzarsi il più possibile.

Un’importante novità del Rapporto è il questionario che è stato somministrato ad un campione di circa 80 soggetti tra associazioni, consorzi, ordini e collegi, che hanno espresso la loro opinione su diversi aspetti del sistema di certificazione energetica. Dall’analisi delle risposte al questionario è emersa l’importanza di una formazione continua dei certificatori, nonché un aspetto molto critico legato alla qualificazione degli installatori. È emersa anche la necessità di un corretto bilanciamento tra le informazioni contenute nell’attestato e la comprensibilità e chiarezza delle stesse.